14 Mar 2019

2018 HUGO BRANDENBURG

La Giuria del LIV Premio Daria Borghese, dedicato ad un autore straniero e composta da Arnold  Esch, Christoph Frommel, Laura Gigli, Chrystina Häuber, Angela Negro, Lucia Pirzio Biroli Stefanelli, Maria Teresa Russo Bonadonna, Romolo Augusto Staccioli, presieduta da Tommaso di Carpegna Falconieri, ha deliberato all’unanimità di assegnare il premio a Hugo Brandenburg per il suo volume Die konstantinische Petersbasilika am Vatikan in Rom. Anmerkungen zu ihrer Chronologie, Architektur und Ausstattung.

Si tratta di una monografia di 144 pagine, comprensiva di 41 illustrazioni pubblicata nel 2017 da Schnell und Steiner a Regensburg, che esamina le fonti storiche, archeologiche e topografiche della Basilica costantiniana di S. Pietro.

Lo studio riflette l’interesse che ha attraversato l’intero arco della vita professionale dell’Autore, e oltre a sintetizzare l’impegnativa discussione sulle chiese cristiane in tutto l’Impero romano dal III al V secolo, si focalizza su quelle erette dallo stesso Costantino nell’Impero e le altre costruite a Roma nello stesso periodo.

Il libro, introdotto da una Prefazione, è diviso in 9 capitoli: il primo è dedicato al Liber Pontificalis, che documenta la dedica della Basilica di S. Pietro da parte di Costantino; si esaminano poi le fonti scritte e archeologiche che danno indicazioni in merito alla cronologia del monumento; la forma architettonica dell’edificio; la decorazione; l’Atrium; il Secretarium; e le sepolture. Il volume contiene alla fine un utile sommario e la bibliografia ed è corredato da illustrazioni e da 21 tavole appositamente realizzate per questo studio. Le piante e sezioni della basilica sono state realizzate dall’architetto dott. Konstantin Brandenburg e le 10 simulazioni a colori (Renderings) dagli architetti dott. Konstantin Brandenburg e Andrea Morales, che si sono avvalsi dei più moderni procedimenti di rappresentazione grafica.